Log in or Create account

FOCUS - Comunicazioni, media e nuove tecnologie N. 1 - 04/03/2016

Comunicazioni, media e nuove tecnologie

Il Focus Comunicazioni, Media e Nuove Tecnologie vuole offrire alla comunità scientifica e professionale un luogo di approfondimento e discussione sul rapporto tra la società dell'informazione, nelle sue frontiere sempre più mobili, e il diritto italiano, comunitario e sovranazionale.

In particolare, il Focus aspira ad indagare le sfide che le tecnologie più innovative e le forme sempre mutevoli della comunicazione digitale rivolgono di volta in volta al cuore dell'ordinamento, ponendo interrogativi sempre nuovi al tema della tutela dei diritti.

Sul solco della tradizione di federalismi.it, il Focus affianca allo strumento del dibattito scientifico, pluralistico sia sotto il profilo delle competenze che degli orientamenti culturali, una vocazione anche informativa, attraverso la raccolta e la selezione della documentazione di riferimento e facendo dell’innovazione, nella società e nel diritto, il proprio oggetto di analisi. S’intende così proporre al pubblico della rete uno strumento utile tanto per la riflessione e la ricerca scientifica sui temi dell’innovazione digitale, quanto alle esigenze di aggiornamento e crescita del mondo professionale.

(bc, sf, gn)

Un'occasione da non perdere: ripensare in senso oggettivo il servizio pubblico

Le costituzioni europee del secondo dopoguerra non avevano dedicato, per forza di cose, uno spazio particolare alla disciplina del sistema radiotelevisivo. Cosicché, oggi, è giocoforza far riferimento, oltre che alle singole giurisprudenze nazionali, alla disciplina europea. Nell'ordinamento europeo, la centralità del servizio pubblico radiotelevisivo, quale strumento per una compiuta realizzazione dei principi di democrazia... (segue)

La governance dei sistemi radiotelevisivi pubblici: una questione culturale

La Legge 220/2015 di “Riforma della RAI e del servizio pubblico radiotelevisivo” approvata lo scorso dicembre sollecita alcune riflessioni sullo sviluppo dei servizi radiotelevisivi e sul legame con la politica, soprattutto, in relazione alla nomina degli organi direttivi. In questo scritto analizzeremo in maniera trasversale e comparata l’organizzazione delle emittenti pubbliche in Europa e cercheremo di dare una lettura del potere... (segue)

Documenti in evidenza (04/03/2016)

Commissione Europea Comunicato stampa della Commissione europea In tema di protezione dei dati nell'UE: raggiungimento dell'accordo sulla riforma tra Commissione, Parlamento europeo e Consiglio (con nota di G.B.)
allegato A alla deliber AGCOM 582/15/CONS Indagine conoscitiva sul settore della produzione audiovisiva (con nota di V.M.)
Privacy Shield: il nuovo regime applicabile al trasferimento di dati personali verso gli USA (con nota di V.M.)
Cassazione civile, Sez. Un., sent. n. 1836/2016 in tema di violazione dei limiti esterni alla giurisdizione in materia LCN (con nota di M.C.V.)
Sentenza Ad. Plen. Cons. St. 3/2016 in tema di riparto di competenza tra autorità nel settore della tutela del consumatore (con nota di V.M.)
Sentenza Tar Lazio n. 1997/2016 in tema di contributi per l'uso delle frequenze per la trasmissione in digitale terrestre (con nota di V.M.)
Sentenza Tar Lazio n. 2590/2016 in tema di pagamento dei contributi annuali al Ministero Sviluppo Economico (con nota di V.M.)
Legge n. 220/2015 Riforma della RAI e del servizio pubblico radiotelevisivo (con nota di D.C.)
delibera AGCom 605/15/CONS Misura e modalità di versamento del contributo dovuto all'AGCom - anno 2016 dai soggetti che operano nei settori delle comunicazioni elettroniche e dei servizi media (con nota di C.G.)
Delibera Agcom 7/16/CONS Avvio della banca dati di tutte le reti di accesso ad Internet di proprietà sia pubblica sia privata esistenti nel territorio nazionale (con nota di V.M.)
deibera AGCom 34/16/CONS Modello telematico e istruzioni per il versamento del contributo dovuto all'AGCom - anno 2016 dai soggetti che operano nei settori delle comunicazioni elettroniche e nei servizi media (nota di C.G.)

  • ITALIA - DOTTRINA

    Towards an Internet Bill of Rights

    This work seeks to spark some questions about what rules might be set up for the Internet and what the goals of these rules should be. The first question examined is whether a binding regulation of the Internet is required. This debate is mainly propelled by the American... (segue)

  • ITALIA - DOTTRINA

    Il ruolo prioritario dell'eCall tra le applicazioni ITS per la sicurezza del trasporto

    Nella nuova programmazione 2014 – 2020 la Commissione Europea ha inserito nei Fondi CEF (Connecting Europe Facility - strumento finanziario diretto a migliorare le reti europee nei settori dei trasporti, dell'energia e delle telecomunicazioni) la possibilità di attivare una nuova iniziativa sull’eCall aperta a tutti gli Stati Membri. Sulla scia dei precedenti progetti HeERO1 e HeERO2, 12 Stati membri e 61 partners... (segue) 

  • ITALIA - DOTTRINA

    La tutela pubblicistica dei rapporti giuridici privati tra operatori del web

    La struttura aperta di Internet rischia di essere seriamente compromessa da alcuni comportamenti degli operatori economici che operano sulla rete, titolari di interessi privati che potrebbero entrare in contrasto con le finalità di Internet, così come individuate dalla dottrina che si è occupata di regolazione e architettura della rete. Il problema della network neutrality... (segue)

Execution time: 18 ms - Your address is 54.198.159.117