Log in or Create account

FOCUS - La nascita dei governi N. 0 - 22/01/2014

 La formazione del primo Governo Berlusconi: continuità e discontinuità nel passaggio dalla prima alla seconda fase della Repubblica

Il primo Governo Berlusconi nasce all'indomani delle consultazioni elettorali del 27-28 marzo 1994, le prime elezioni maggioritarie della storia repubblicana (l'ultima volta che l'Italia aveva votato con un sistema maggioritario a base di collegi uninominali era stato il lontano 1913). Com'è noto, si è trattato di un appuntamento elettorale che ha segnato il passaggio da una prima fase della Repubblica, profondamente tormentata da vicende interne (delegittimazione della classe politica travolta dagli scandali di Tangentopoli) e internazionali (crollo dell'URSS e rafforzamento del processo d'integrazione europea), a una seconda fase dagli incerti sviluppi politici e costituzionali. In questo senso, l'adozione di un sistema elettorale misto ma prevalentemente maggioritario (il c.d. Mattarellum, che assegnava il 75 per cento dei seggi attraverso una formula maggioritaria a base di collegi uninominali e il restante 25 per cento attraverso una formula proporzionale a base di collegi – regionali o circoscrizionali – plurinominali), se nelle intenzioni degli ideatori avrebbe dovuto ridurre la frammentazione partitica e assicurare la stabilità governativa, nei fatti ha risposto solo parzialmente agli obiettivi prefissatiDa un lato la vittoria della doppia coalizione di centro-destra guidata da Silvio Berlusconi e risultante dall'unione di due poli territorialmente separati, il Polo della libertà al nord (Forza Italia - lega Nord) e il Polo del Buon Governo al centro-sud (Forza Italia - alleanza Nazionale), ha prodotto una maggioranza parlamentare (366 seggi su 630 alla Camera e 157 su 315 al Senato) che si è tradotta in un'inedita alternanza di governo... (segue)



Execution time: 13 ms - Your address is 50.16.97.96