Log in or Create account

FOCUS - Osservatorio sui simboli politici N. 0 - 05/03/2014

 Contrassegni elettorali e segni (e termini) di uso comune: il caso del Nuovo Movimento Sardegna

Le elezioni regionali che hanno interessato la Sardegna il 16 febbraio 2014 si sono distinte e hanno indotto i media a occuparsene per varie ragioni, a partire dall’elevatissimo astensionismo (ha sfiorato il 48%); si può però ben dire che quella consultazione elettorale aveva iniziato a far parlare di sé già ben prima che le urne venissero aperte. Grande assente nella competizione, infatti, è stato il MoVimento 5 Stelle, che ha deciso di non presentare alcuna lista e, a monte, nemmeno il contrassegno noto con cui partecipa alle competizioni elettorali a partire dal 2010. In particolare, da Beppe Grillo – titolare, sul piano civilistico, del marchio che riproduce quasi per intero il contrassegno del M5S, eccezion fatta per l’indicazione del sito «Beppegrillo.it» che manca – e dal suo staff non è arrivato il consenso all’uso del contrassegno, stanti le profonde divisioni che affliggevano il gruppo regionale di attivisti al suo interno. Non stupisce dunque che tra i contrassegni depositati nei primi giorni del 2014 dalle forze politiche all’ufficio elettorale regionale, costituito presso la Corte d’appello di Cagliari, mancasse proprio quello del M5S. Già prima che fosse esclusa con certezza la partecipazione “ufficiale” del MoVimento alle elezioni, tuttavia, si era diffusa la notizia che parte degli attivisti non avrebbe accettato di buon grado l’idea di non prendere parte con una lista al voto regionale. Scartata unicamente la possibilità che qualche gruppo di aderenti alla formazione che si riconosce in Grillo presentasse l’emblema ufficiale senza esserne preventivamente autorizzato, non si escludeva l’ipotesi di «liste alternative, di richiamo autonomista», con qualche rimando agli elementi distintivi del M5S (senza spingere la riproduzione o l’ispirazione al di là del consentito) per cercare di non lasciare senza rappresentanza gli elettori stellati o – non inverosimilmente – per tentare di intercettare una parte di quei voti. In effetti, in sede di deposito degli emblemi, sono stati gli ultimi due presentati a creare interesse nei media e tra gli analisti politici... (segue)



Execution time: 15 ms - Your address is 54.198.159.117