Log in or Create account

FOCUS - Osservatorio sui simboli politici N. 0 - 05/03/2014

 Simboli dei partiti, controllo degli statuti e registrazione: gli effetti delle nuove norme sul finanziamento

Il giorno 26 febbraio 2014 la Gazzetta Ufficiale ha pubblicato l’articolo unico della legge 21 febbraio 2014, n. 13, che ha convertito con modifiche il decreto-legge 28 dicembre 2013, n. 149, intitolato «Abolizione del finanziamento pubblico diretto, disposizioni per la trasparenza e la democraticità dei partiti e disciplina della contribuzione volontaria e della contribuzione indiretta a loro favore». Sebbene giornalisticamente l’intervento normativo sia stato veicolato essenzialmente con l’etichetta dell’abolizione del finanziamento pubblico ai partiti – non a caso, l’abolizione dei rimborsi per le spese elettorali stabiliti dalla legge n. 157/1999 viene citata già all’art. 1 del decreto-legge, sebbene l’abrogazione effettiva delle norme e la specificazione delle modalità di progressivo azzeramento dell’erogazione delle somme si ritrovi soltanto all’art. 14 della stessa fonte – il decreto e la legge di conversione dettano regole in modo significativo anche sulla «democrazia interna» ai partiti. Si tratta, come è noto, di un ambito che attende di essere regolamentato fin dall’entrata in vigore della Costituzione italiana, il cui art. 49 riconosce espressamente il diritto dei cittadini ad associarsi liberamente in partiti per concorrere alla determinazione della politica nazionale, purché lo si faccia «con metodo democratico»... (segue)



Execution time: 15 ms - Your address is 54.81.139.235