Log in or Create account

FOCUS - Osservatorio sui simboli politici N. 0 - 05/03/2014

 Elezioni europee 2014 e contrassegni: poche bocciature, ma significative

È parsa decisamente meno carica di tensione rispetto al passato la fase di presentazione dei contrassegni di partiti e gruppi politici intenzionati a partecipare alle elezioni dei membri del Parlamento europeo spettanti all’Italia. Lo si è potuto dedurre dall’atmosfera più tranquilla nei giorni che hanno immediatamente preceduto il deposito (nessun incidente ha caratterizzato la fila davanti al Ministero dell’interno), dal numero decisamente contenuto di emblemi depositati – non solo rispetto alle ultime elezioni politiche (il che era prevedibile), ma anche in confronto con le precedenti consultazioni dello stesso tenore1 – e dalla quasi totale assenza  i simboli nati con la specifica intenzione di “clonarne” altri, per metterli fuori gioco o per beneficiare parzialmente della loro notorietà. Ciò non significa affatto che nessun segno  istintivo sia stato escluso dalla competizione: la Direzione centrale dei servizi elettorali del Viminale ha infatti richiesto la sostituzione di 8 contrassegni su 64 (non molti in valore assoluto, ma si tratta pur sempre del 12,5% in termini relativi), dichiarandone altri 4 senza effetti – senza che dunque sia stato svolto alcun esame su di essi – per incompletezza della documentazione… (segue)



Execution time: 18 ms - Your address is 54.162.19.123