Log in or Create account

NUMERO 12 - 11/06/2014

 Città metropolitane e Consorzi di comuni in Sicilia. Sette note sulla L.r. n. 8 del 2014

Nel volgere di pochi giorni si sono registrati due interventi legislativi di grande rilievo in tema di riorganizzazione, a Costituzione invariata, del sistema degli enti locali: la legge siciliana n. 8 (L.r. 24 marzo 2014, in tema di “Istituzione dei liberi consorzi comunali e delle città metropolitane”) e la legge Delrio contenente “Disposizioni sulle città metropolitane, sulle province, sulle unioni e fusioni di comuni”. La legge siciliana, in particolare, è stata approvata sotto il fortissimo condizionamento degli organi di informazione, in adempimento di stringenti impegni politici assunti dal Presidente della Giunta regionale e di ineludibili scadenze istituzionali che, in mancanza di un intervento legislativo specifico,  avrebbero determinato la convocazione dei comizi elettorali per il rinnovo degli organi delle Province regionali ancora esistenti a norma della L.r. n. 9 del 1986.  Dal punto di vista metodologico si può davvero dire che in Sicilia si sta assistendo ad una riforma degli enti intermedi in più atti: il primo è stata la L.r. n. 7 del 2013; il secondo è la legge n. 8 di quest’anno; il terzo sarà l’attesa legge di riordino vero e proprio annunciata da quest’ultima. In ogni caso, tutto sta avvenendo all’inverso di quanto il buon senso e la razionalità dell’azione legislativa avrebbero imposto... (segue)



Execution time: 83 ms - Your address is 54.198.159.117