Log in or Create account

Numero 9 - 06 maggio 2009 NORMATIVA [55]    GIURISPRUDENZA [34]    DOCUMENTAZIONE [20]

Elezioni europee o nazionali? Riflessioni sul voto e sulla cittadinanza europea

Con la presentazione delle liste elettorali e il compimento delle operazioni per l'ammissione delle stesse, è definitivamente iniziata in Italia la campagna per le elezioni dei membri del Parlamento europeo.
I media evidenziano una campagna elettorale sotto tono, imputandone la scarsa visibilità al minore impiego di risorse determinato dalla crisi finanziaria e alla maggiore utilizzazione di Internet rispetto ai tradizionali mezzi di propaganda. Anche nella rete, però, l’interesse per le elezioni non sembra raggiungere livelli particolarmente significativi e i temi elettorali non appaiono preponderanti neppure in televisione, nonostante il consistente spazio che i palinsesti dedicano, come di consueto, all’attualità politica e in contrasto con la maggiore motivazione alla propaganda che dovrebbe animare i candidati, in ragione della possibilità concessa agli elettori di manifestare voti di preferenza. Non si tratta di una peculiarità italiana, ma di un fenomeno comune a tutti gli Stati membri. Inoltre, come è già avvenuto in passato, la campagna è, e prevedibilmente continuerà ad essere, in Italia come altrove, essenzialmente dominata da temi nazionali, benché l’Unione europea disponga ormai di competenze, sia in materia di indirizzo politico generale... (segue)

Considerazioni sul senso della Costituzione

La costituzione è un tema classico della cultura occidentale, prima ancora che un argomento per giuristi. Con questa premessa, che può destare perplessità solo se intesa in termini radicali, si intende approfondire il tema costituzione non solo considerando argomenti giuridici, formali, ma cercando di non ignorare le premesse culturali alla base dell’evoluzione dei modelli giuridici occidentali, accomunabili da un contesto storico e filosofico che contraddistingue la civiltà europea, consolidatasi attorno al rilievo...

I partiti politici europei e il processo di democratizzazione dell'Unione

Tra le ragioni che hanno ispirato la firma il 13 dicembre 2007 del “Trattato che modifica il Trattato sull’Unione europea e il Trattato che istituisce la Comunità europea” (c.d. Trattato di Lisbona), pur nell’intento più generale di riprendere...

La legge n. 89 del 2001 a Strasburgo, tra luci della ribalta e prove di resistenza: dalla decisione Brusco c. Italia del 6 settembre 2001 alla sentenza Simaldone c. Italia del 31 marzo 2009

Con la sentenza Simaldone contro Italia del 31 marzo 2009, la Corte europea dei diritti dell’uomo (Corte EDU) si è ancora una volta pronunciata...

La Corte Europea dei diritti dell'uomo si pronuncia sull'autodichia delle Camere (sintesi della sent. n. 14/2009 della CEDU – ricorsi 17214/05, 20329/05, 42113/05)

La decisione (arrêt) n. 14/09 della Corte europea dei diritti dell’uomo, depositata il 28 aprile 2009, definisce tre ricorsi che lamentavano la violazione della Convenzione europea dei diritti umani in riferimento alla giurisdizione interna...

Identificazione degli immigrati e nuove tecnologie

Anche relativamente al tema dell’identificazione degli immigrati, il secondo Governo Prodi non era certamente destinato a nascere sotto i migliori auspici: basti pensare che già il 4 aprile 2006..

La finanza di progetto dopo il terzo decreto correttivo del Codice dei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture (art. 153, D.lgs. n. 163/2006)

La finanza di progetto nasce come tecnica di finanziamento e non come modo di realizzazione di opere pubbliche: consiste infatti in un investimento finanziario...

L'affermazione dell'art. 117, c. 1, Cost. quale fondamento tendenzialmente esclusivo dei vincoli comunitari

La decisione della Corte costituzionale n. 439/2008 si impone all’attenzione per molteplici motivi. Essa si sofferma, innanzitutto, su importanti questioni processuali quali il termine per la notifica del ricorso introduttivo del giudizio e la compatibilità dell’oggetto del ricorso con la delibera...

Ordinamento contabile sardo e 'federalismo fiscale'

Le recenti modifiche dell'ordinamento contabile della R. Sardegna inducono ad una riflessione che tenga conto del rinnovamento istituzionale in atto. A fondamento della disciplina occorre innanzitutto richiamare le specifiche disposizioni e il riparto...

Execution time: 84 ms - Your address is 54.145.183.43