Log in or Create account

Numero 19 - 07 ottobre 2009 NORMATIVA [26]    GIURISPRUDENZA [17]    DOCUMENTAZIONE [9]

Germania 2009: la parabola della normalità

 Il 2009 è stato un anno di elezioni per la Germania federale, ma è anche un anno di anniversari e, quindi, di rendiconti e prospettive. A centoquaranta anni dalla costituzione di Francoforte, a novanta da quella di Weimar, a sessanta dalla Legge fondamentale (LF) e a venti dal crollo del muro di Berlino il caso tedesco appare circonfuso da un’aria di conferma, ma anche di cambiamento nella stabilità di un percorso democratico oramai pluridecennale, che ha trasformato una democrazia difficile in una democrazia stabile. Il commento dei più recenti avvenimenti potrebbe dunque essere operato su più piani, verificando i dati più recenti o adottando una visione prospettica. Poiché su questa rivista sono stati commentati a caldo i risultati della lunga tornata elettorale che - negli ultimi cinque mesi - ha investito l’ordinamento tedesco-federale dai rami più bassi ad i vertici della pianta, preferisco mettere in evidenza il dato di lungo periodo della acquistata normalità del caso tedesco, che differisce dalla persistente anormalità italiana, facendo un elogio ad un testo costituzionale preso sul serio.
 Nella Germania di Bonn la forma di Stato democratica e liberale adottata dalla LF del 1949 ha rifiutato sia l’autoritarismo che il totalitarismo; e — nell’ambito dello Stato sociale di diritto — ha anche provveduto ad introdurre strumenti capaci di sostenere e difendere l’ordinamento democratico dalle opposizioni considerate antisistema. La LF ha rielaborato, da un lato, l’esperienza problematica della storia costituzionale tedesca; dall’altro si è immessa in maniera decisa è definitiva nell’alveo dello Stato di diritto costituzionale. La stessa è stata, indubbiamente, soggetta a ripetute ed intense modificazioni nel tempo.
La LF ‘‘non è più quella’’ che entrò in vigore il 23 maggio 1949. Essa è stata infatti modificata 54 volte, per cui dei 146 articoli solo 81 possiedono lo stesso testo originario, mentre 65 articoli e lo stesso preambolo sono stati modificati, allungandone il testo a più del doppio di quanto non fosse nel 1949. Faccio notare che sono stati, inoltre, introdotti 41 articoli aggiuntivi e che 5 sono stati abrogati, per cui gli artt. della LF assommano oramai a 182. Le intense e profonde modifiche operate nel tempo non.. (segue)

Il tetto ai mandati qualifica l'ordinamento regionale, ma non è applicabile prima del 2015

Il riferimento normativo da cui prendere le mosse è noto quasi solo agli addetti ai lavori del sistema elettorale regionale. Dopo la legge costituzionale n. 1 del 1999, che ha reso concorrente la materia elettorale, l'articolo 2, comma 1, lettera f), della legge 2 luglio 2004, n. 165, recante "Disposizioni di attuazione dell'articolo 122, primo comma, della Costituzione" .ha contemplato tra i principi la "previsione della non immediata... (segue)

Il limite del doppio mandato alla immediata rielezione del Presidente della Giunta regionale: una questione complessa

A dieci anni dalla L. costituzionale n. 1 del 1999, che ha dato inizio al processo di riforma del Titolo V della Costituzione, completato poi con la l. cost. n.3 del 2001, lo scenario di sfondo in cui si collocano... (segue)

In tema di norme intruse e questione di fiducia, ovverosia della disomogeneità dei testi di legge dei suoi possibili rimedi

La questione che oggi viene nuovamente proposta è se si dia, o no, una nozione sostanziale di articolo di legge (o atto normativo in genere) e, a questa conseguente, come possa essere preservata con rimedi sia di ordine politico-istituzionale che (e soprattutto) processuale, a fronte di una prassi da essa vistosamente, diffusamente deviante.. (segue)

Un nuovo esempio di legislazione creativa in spregio ai principi di 'Better regulation' e di giusto processo. (Spunti per un dibattito sull'art. 41 della legge 23 luglio 2009 n. 99)

 Dopo la già ampiamente criticata “creazione” della nuova categoria degli atti “ricorso resistenti” a tutela dei grandi investimenti pubblici, il legislatore del 2009, con l’art. 41 della l. n. 99, recante disposizioni .per lo sviluppo e l’internazionalizzazione delle imprese, nonché in materia di energia è intervenuto a gamba tesa nell’annoso e mai risolto dibattito sulle giurisdizioni, creando un nuovo comparto di giurisdizione esclusiva per .. (segue)

Elezioni politiche portoghesi: la vittoria socialista non è garanzia di stabilità istituzionale

Il 27 settembre scorso il Portogallo ha vissuto il momento più importante dell’intenso calendario elettorale previsto per il 2009. Dopo il voto del 7 giugno per il rinnovo.. (segue)

La Grecia volta pagina: il Pasok di Papandreou stravince alle politiche del 4 ottobre

Il Partito socialista greco (Pasok) vince le elezioni politiche riportando una vittoria storica sulla Nuova democrazia (Néa Dimokratìa) di Kostas Karamanlis.
Con il 43,92% dei voti... (segue)

Execution time: 47 ms - Your address is 54.198.247.44