Log in or Create account

Numero 14 - 14 luglio 2010 NORMATIVA [32]    GIURISPRUDENZA [32]    DOCUMENTAZIONE [26]

Anche il processo amministrativo ha finalmente un Codice

Sul Supplemento ordinario alla G. U. n. 148 del 7 luglio scorso è stato pubblicato il d. lgs. n. 104 del 2 luglio 2010, che, in attuazione della delega conferita al Governo dall’art. 44 l. n. 69 del 2009, ha approvato il Codice del processo amministrativo, offrendo così finalmente anche agli operatori e agli utenti della giustizia amministrativa un quadro normativo omogeneo e, per quanto possibile, chiaro e definito, in un’ottica di maggiore garanzia di effettività della tutela delle posizioni soggettive sottoposte alla giurisdizione amministrativa.
Il Giudice amministrativo, anche, ma non soltanto, nella sua veste di Giudice dell’economia, ha un ruolo fondamentale nel sistema delle garanzie del nostro ordinamento e nella stessa competitività del Paese.
Una tutela effettiva richiede innanzi tutto la chiarezza e la certezza delle regole processuali, che non possono essere riservate alla comprensione di pochi esperti o, peggio, alla spesso variabile interpretazione di un quadro normativo estremamente complesso e incerto, quale è quello nel quale, allo stato, i giudici amministrativi si trovano ad operare e nel quale, se molti vuoti normativi sono stati pregevolmente colmati da una giurisprudenza moderna e attenta, le questioni aperte (addirittura sui termini e sui presupposti di legittimazione) restano inaccettabilmente numerose e ancora lontane da trovare univoche soluzioni.
La codificazione risponde, pertanto, a indefettibili esigenze di unificazione, chiarificazione e coordinamento, che chiedevano e chiedono una risposta assolutamente immediata.
Il nuovo Codice del processo amministrativo persegue e attua dunque in primo luogo questa essenziale ed irrinunciabile funzione, che la Commissione istituita presso il Consiglio di Stato, attraverso le diverse esperienze e professionalità dei suoi componenti, ha curato di svolgere nel massimo rispetto dei principi di better regulation e che i successivi passaggi governativi hanno nella stessa ottica perseguito nell’introduzione delle modifiche apportate allo Schema originariamente approvato dal predetto organo tecnico nella seduta dell’8 febbraio 2010...

Il federalismo fiscale: i contenuti della relazione Tremonti

Tra il 24 e il 30 giugno scorso si sono verificati due importanti appuntamenti, che contribuiscono favorevolmente - seppure nell’esercizio dei diversi ruoli che i rispettivi protagonisti esercitano nel panorama istituzionale - all’ingresso a regime della riforma della finanza pubblica e del sistema tributario, elaborata a mente del novellato art. 119 della Costituzione e, quindi, introdotta nell’ordinamento... (segue)
 

Gli strumenti di pianificazione urbanistica tra garanzia dell'interesse pubblico e tutela delle posizioni giuridiche soggettive dei privati

Negli ultimi anni le realtà territoriali si stanno modificando sempre più vertiginosamente: fenomeni del tutto nuovi e inaspettati, come i processi di globalizzazione, entrano prepotentemente non solo nelle economie nazionali... (segue)

 

La nuova autonomia della Groenlandia

All’esito di un lungo e meditato percorso preparatorio, gestito consensualmente dalle autorità danesi e da quelle groenlandesi, conclusosi con lo svolgimento di un apposito referendum consultivo tenutosi in Groenlandia il 25 novembre 2008, è entrato in vigore il 21 giugno 2009 il nuovo statuto autonomico groenlandese, approvato in precedenza dal Parlamento danese... (segue)
 

Elezioni Sudan Aprile 2010 - Tra consultazioni multipartitiche e plebiscito presidenziale

Il Sudan è il paese più vasto dell'intero continente africano. Con una popolazione superiore ai quaranta milioni di individui, stando alle stime per il 2010 del CIA Factbook, si presenta afflitto da numerosi tensioni etniche, politiche e religiose. Dopo ventiquattro anni di giunte militari, guerre civili e scontri di varia natura, il paese è tornato finalmente al voto, un voto che si presenta cruciale per l'esistenza stessa del Sudan. Queste elezioni... (segue)

 

  • La direttiva ricorsi nel Codice del processo amministrativo: dal 16 settembre 2010 si cambia ancora?

    Il codice del processo amministrativo, nel pieno rispetto della serrata tabella di marcia imposta dall’articolo 44 della legge delega n. 69/2009, è stato approvato dal Consiglio dei Ministri, in via definitiva, in data 24 giugno 2010. La pubblicazione in Gazzetta Ufficiale è prevista per metà luglio.
    Il codice, che entrerà in vigore il 16 settembre 2010, introduce alcune significative innovazioni anche alla disciplina di diritto interno riguardante il recepimento della “direttiva ricorsi” n. 66/2007, inserita a pieno regime nel nostro ordinamento da poco più di due mesi (27 aprile 2010)... (segue)
     
  • L’attuazione della riforma della Pubblica Amministrazione nelle Province

    L’Unione delle Province d’Italia, nelle sue proposte per l’avvio della XVI legislatura, ha posto al centro della riflessione la necessità di portare a compimento la lunga transizione istituzionale avviata in Italia, dando finalmente attuazione ai principi di autonomia e sussidiarietà della riforma costituzionale del 2001, attraverso un profondo riordino delle istituzioni, una chiara definizione dei ruoli di ciascun livello di governo, per costruire un quadro di riferimento stabile, snello, moderno ed efficiente all’amministrazione pubblica... (segue)
     
Execution time: 48 ms - Your address is 54.198.108.19