Log in or Create account

Numero 12 - 13 giugno 2012 NORMATIVA [17]    GIURISPRUDENZA [57]    DOCUMENTAZIONE [9]

Il finanziamento ai partiti: il caso del "caro estinto"

Il quadro normativo del finanziamento ai partiti pubblici è sconcertante nella sua genesi, frammentarietà e disorganicità: un singolare quanto evidente contrasto con l’asserita e conclamata esigenza di trasparenza, che manca totalmente a partire dalla stessa disciplina legislativa. A testimoniarlo, è sufficiente già il mancato adempimento all’obbligo (contenuto in una delega, nell’art. 8 della legge 157/1999) di redigere, entro 120 giorni dall’entrata in vigore della legge, un Testo Unico compilativo in cui riunire e coordinare tutte le disposizioni legislative in materia di rimborsi delle spese elettorali e finanziamenti ai partiti e candidati; di agevolazioni a loro favore; di controlli e sanzioni. Un obbligo, questo, che viene puntualmente riprodotto nell’art. 15 del disegno di legge in materia, approvato dalla Camera dei deputati il 24 maggio 2012. Tra il 1999 ed oggi, invece del Testo Unico, è intervenuta una serie sconvolgente di miniriforme: prima sull’aumento, poi (da ultimo) sulla riduzione dei contributi; sulle modalità di computo del loro ammontare e della loro corresponsione; sul rapporto fra i contributi e la durata (virtuale e/o effettiva) della legislatura.
 

Osservazioni sul ricorso giurisdizionale dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato e sulla legittimazione a ricorrere delle autorità indipendenti

La legislazione dell’emergenza o, per dir meglio, la legislazione delle manovre che si è sviluppata, non senza accenti di drammaticità, nel corso dell’ultimo anno, ha prodotto un frutto decisamente originale e destinato, se verrà conservato nell’ordinamento, ad avere un impatto pratico considerevole e ad incidere... (segue)

Ricadute processuali a fronte dell’esercizio dei nuovi poteri rimessi all’AGCM ex art.21-b della l.287/1990.Legittimazione al ricorso ed individuazione dell’interesse alla sollecitazione del sindacato

“Stavvi Minòs orribilmente, e ringhia: essamina le colpe ne l'intrata; giudica e manda secondo ch'avvinghia”. La celebre terzina dantesca contenuta nel Canto V dell’Inferno, come è noto, scolpisce con la vivida ed al tempo stesso... (segue)

Il rapporto tra entità federate belghe ed ordinamento euro unitario alla luce delle tensioni tra rispetto dell’identità costituzionale degli Stati membri ed esigenze del mercato comune

Il tema del federalismo, e le varie declinazioni del rapporto tra unità e pluralismo che ne conseguono, hanno occupato in questi ultimi anni, non solo in Italia, il dibattito nazionale... (segue)

Presupuesto: “subestimación” y federalismo

La situación de nuestro federalismo fiscal es inseparable del estado crítico en que se encuentra inmersa nuestra forma de gobierno constitucional (art. 1 CN). No sólo está en cuestión nuestra forma republicana sino también la representativa y también el federalismo que nuestra Carta Magna define. Hemos dedicado al tema variosensayos. En los primeros nos avocamos a la tarea de precisar con el mayor detalle posible cuáles son las causas... (segue)

Execution time: 46 ms - Your address is 54.198.247.44