Log in or Create account

Numero 21 - 23 ottobre 2013 NORMATIVA [49]    GIURISPRUDENZA [24]    DOCUMENTAZIONE [8]

Il primo messaggio di Napolitano alle Camere tra novità e conferme

Dando seguito a quanto annunciato durante una visita ai detenuti del carcere di Poggioreale, il capo dello Stato ha inviato alle Camere un messaggio sulla situazione carceraria in cui, tra l’altro, ha prospettato la necessità di approvare provvedimenti di clemenza volti a ripristinare condizioni minime di vivibilità all’interno degli istituti di pena. E’ il primo messaggio nell’esperienza presidenziale di Napolitano che, come noto, non era mai ricorso a tale strumento durante tutto il primo mandato, a differenza di quanto fatto dai suoi predecessori. Per questo aspetto si tratta senz’altro di una novità che può aprire prospettive inedite nei complessi rapporti tra l’attuale Presidente della Repubblica, il sistema politico-istituzionale e l’opinione pubblica. Tuttavia, a differenza di quanto possa sembrare a prima vista, anche in questa scelta innovativa si colgono consistenti elementi di continuità rispetto al primo settennato. In particolare, l’evidente collegamento tra l’annuncio del 28 settembre in cui il Presidente ha dato notizia informale dell’imminente messaggio, e la successiva adozione dell’atto formale inviato alle Camere l’8 ottobre, ribadisce uno dei tratti essenziali dell’intero primo settennato: la stretta interconnessione tra le attività presidenziali di esternazione, espresse in atti informali e non sottoscritti, e quelle tradotte in atti formali e sottoscritti. La prima presidenza di Napolitano, infatti, si è caratterizzata per il fatto che in molteplici occasioni il capo dello Stato ha utilizzato lo strumento delle esternazioni... (segue)

'Dalle riforme, la rinascita': una testimonianza

Una riforma costituzionale presenta sempre aspetti problematici del tutto peculiari, perché ci si deve interrogare a più livelli e sotto vari profili circa le conseguenze (politiche, sociali, istituzionali, giuridiche, comunitarie, ecc.) degli assetti (più o meno nuovi) che scaturiscono dalle parti... (segue)

E' un enigma la democrazia o lo sono le nostre aspettative?

E’ un bel libro questo di Jan Werner Muller, “L’enigma democrazia. Le idee politiche nell’Europa del Novecento” (Einaudi, Torino, 2012) E’ anche difficile proporre una recensione, specie dopo quelle di Paolo Pombeni nel n. 2/2013 delle “Ricerche di... (segue)

Transessualismo e Costituzione: i diritti fondamentali in una lettura comparata

Il tema dei diritti fondamentali relativi alla sfera sessuale interessa gli aspetti più intimi dell’identità personale di ciascuno. L’attenzione prevalente della pubblica opinione si rivolge soprattutto nei riguardi delle problematiche degli omosessuali, mentre sembrerebbe che altre persone come i transessuali non siano oggetto del medesimo... (segue)

Sussidiarietà orizzontale e servizi pubblici locali dopo la sentenza della Corte costituzionale n. 199/2012: un rapporto difficile ma non impossibile

La disciplina italiana dei servizi pubblici locali, da sempre piuttosto tormentata, è stata protagonista, ancora in questi ultimi anni, di importanti trasformazioni, se non di... (segue)

Appunti su Corte costituzionale giudice a quo e giudizio di ammissibilità del referendum

Il controllo di legittimità costituzionale delle leggi, nel sistema di giustizia costitu­zionale italiano, è costruito principalmente come controllo indiretto e me­diato, essendo quella incidentale la via maestra per accedere al giudizio della Corte. Negli anni più recenti il giudizio in via principale ex art. 127... (segue)

Tecniche normative e tutela del buon andamento della pubblica amministrazione: dalla Corte costituzionale un nuovo impulso per preservare la certezza del diritto.

Da tempo, una parte della dottrina ha espresso scetticismo sull’appropriatezza del giudizio di costituzionalità delle leggi come sede deputata al controllo delle tecniche di normazione, dal momento che il primo è un istituto... (segue)

Il codice del processo amministrativo dopo il secondo correttivo.

Nel conferire la delega al Governo per il «riassetto della disciplina del processo amministrativo», la legge n. 69/2009 prevedeva la possibilità di apportarvi, entro due... (segue)

Azionabilità del rimedio dell’ottemperanza per sentenze autoesecutive.

La sentenza in commento ha ad oggetto la questione dell’ammissibilità del giudizio di ottemperanza nei casi in cui il giudicato abbia definito in modo puntuale gli... (segue)

Execution time: 56 ms - Your address is 54.144.21.195