Log in or Create account

Numero 7 - 06 aprile 2016 NORMATIVA [8]    GIURISPRUDENZA [19]    DOCUMENTAZIONE [7]

Corte costituzionale e Corte europea dei diritti dell'uomo: un dialogo senza troppa confidenza

A quasi dieci anni dalle celebri “sentenze gemelle” nn. 348 e 349 del 2007 la dinamica dei rapporti tra Corte costituzionale e Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali appare ancora segnata da una certa fluidità. Tale carattere sembra celare una persistente diffidenza del Giudice costituzionale italiano, allorché è chiamato ad integrare o, se si preferisce, a leggere il parametro costituzionale con il filtro costituito dalla giurisprudenza della Corte EDU, la cui competenza, come è noto, ai sensi dell’art. 32 della Convenzione “si estende a tutte le questioni concernenti l’interpretazione e l’applicazione della Convenzione e dei suoi Protocolli. La questione, del resto, ha acquisito sempre maggiore spessore nel momento in cui - secondo il tenore dell’art. 117, I co., novellato della l.c. n. 3/2001 - si è affermata... (segue)

Riforme e referendum: un metodo che unisce

Da decenni in Italia si discute di riforme costituzionali. Nel 1982 venne istituita una Commissione bicamerale presieduta dal deputato liberale Aldo Bozzi; poi fu la volta della Commissione De Mita - Iotti, nominata nel 1992 e che ha presentato alle Camere un progetto di revisione... (segue)

Interventi al seminario sulla sentenza n. 52/2016 della Corte costituzionale

La sentenza 52/2016 con cui la Corte costituzionale si è pronunciata sul conflitto tra poteri sorto in seguito alla vicenda del mancato avvio delle trattative per l'intesa ai sensi dell'art. 8, comma 3, Cost. tra il Governo e l'UAAR, presenta innumerevoli spunti di riflessione che meritano di essere approfonditi.

Per tale ragione federalismi e l'Osservatorio sui processi di governo hanno organizzato un seminario a porte chiuse nel corso del quale alcuni studiosi hanno riflettuto sui temi sollevati dalla sentenza.

+ A. Poggi, Una sentenza "preventiva" sulle prossime richieste di intese da parte di confessioni religiose?

+ A. Ruggeri, Confessioni religiose e intese tra iurisdictio e gubernaculum

+ A. Pin, L'inevitabile caratura politica dei negoziati tra il Governo e le confessioni e le implicazioni per la libertà religiosa

+ D. Porena, Atti politici e prerogative del governo in materia di confessioni religiose.

Welfare familiare e Costituzione fra esperienze e riforme

Alcune fra le riforme attualmente in cantiere in Parlamento offrono lo spunto per una rinnovata riflessione su quella parte delle politiche di welfare rappresentata dalle politiche per la famiglia. L’occasione è offerta principalmente dalla riforma costituzionale e, per certi versi... (segue)

La responsabilità civile dei magistrati: alla ricerca di un 'giusto' equilibrio

Il binomio potere-responsabilità rappresenta un tema classico della scienza costituzionalistica. Storicamente è stato uno dei gangli vitali attorno a cui si è costruita la dottrina dello Stato di diritto. L’osservazione della realtà ci dimostra che si tratta di un tema tutt’altro che meramente... (segue)

Execution time: 39 ms - Your address is 54.162.10.211