Log in or Create account

NUMERO 33 - 14/12/2022

 Alcune riflessioni in tema di stato di diritto e democrazia

Abstract: La pandemia, come già il fallimento del Trattato che istituisce una costituzione per l’Europa e la crisi economica 2007-2008, hanno fatto emergere aspetti essenziali della natura e del funzionamento dell’UE e la centralità, per il processo d’integrazione europea, dei valori di cui all’art. 2 TUE. Come si affermato anche nel testo della Carta dei diritti fondamentali che riprede il contenuto dell’art. 2 TUE se dignità, libertà, uguaglianza, solidarietà sono definiti nel preambolo, seconda frase, come “valori indivisibili e universali”, il testo precisa poi che l’Unione “si basa sul principio della democrazia e dello Stato di diritto”. La preminenza di questi due valori nell’assetto comunitario è altresì evidenziata dal fatto che gli stessi vengono messi in discussione nei momenti di crisi ed in particolare, di recente, dalle spinte sovraniste e dalle rivendicazioni nazionali poste in essere da alcuni Stati membri. L’intento della relazione è quello di riflettere sull’atteggiamento della nuova legislatura, impegnata nella fase d’insediamento e d’implementazione della macchina istituzionale rispetto ai parametri imposti dall’UE per il rispetto dello stato di diritto e della democrazia.

 

Sommario: 1. La XIX legislatura e lo Stato di diritto. 2. La XIX legislatura e la democrazia. 3. Osservazioni conclusive.



Execution time: 40 ms - Your address is 35.173.35.14
Software Tour Operator