Log in or Create account

NUMERO 7 - 08/04/2009

 Ritti sulla cima del mondo, noi scagliamo, una volta ancora, la nostra sfida alle stelle!

Il Manifesto del futurismo, pubblicato il 20 febbraio 1909 sul quotidiano francese Le Figaro, scuote il mondo artistico parigino. A distanza di cento anni, il 20 febbraio 2009 alle Scuderie del Quirinale viene inaugurata una mostra che accoglie numerose opere del primo periodo storico del Futurismo. Sembra di assistere alla riscoperta del movimento, l’onda d’urto a Roma è inevitabile. Futurismo ovunque. Tentacolare.
La mostra accoglie numerosi quadri, inutile sottolinearne il valore artistico, necessario sottolineare che l’allestimento e la scelta di proporli al pubblico come un percorso preconfezionato sacrifichi gran parte della bellezza delle opere esposte.
L’intento era quello di riproporre la ricostruzione filologica della mostra futurista tenutasi a Parigi nella Galleria Bernheim-Jeune nel febbraio del 1912. Un proposito ambizioso che cede il passo di fronte ad un allestimento che imbottiglia la forza delle opere.
“I curatori tentano di porre l’accento su intrecci, corrispondenze e dissonanze tra correnti artistiche diverse e apparentate”. Ciò che ne viene fuori è un caos di emozioni mutilate e contrastanti.

(segue)



Execution time: 58 ms - Your address is 3.237.26.244
Software Tour Operator