Log in or Create account

NUMERO 24 - 20/10/2021

In cammino verso la Polexit? Prime considerazioni sulla sentenza del Tribunale costituzionale polacco del 7 ottobre 2021

Nel calendario della Corte di giustizia dell’Unione europea il 7 ottobre è un giorno diverso dagli altri. In quel giorno, infatti - che celebra quello del 1958 in cui fu costituita ed entrò in funzione la Corte di giustizia delle Comunità europee, con il giuramento dei suoi membri nella sala del Cercle Municipal di Lussemburgo - inizia convenzionalmente l’anno giudiziario. Il 7 ottobre del 2021 non sarà dimenticato facilmente. Di certo non per l’inedita consistenza del rinnovo parziale, al quale si procede ogni tre anni e implicante, questa volta, ben 9 membri uscenti e 9 entranti; né per il tradizionale ricevimento, che, nel tardo pomeriggio, al termine dell’udienza solenne di prestazione del giuramento da parte dei nuovi membri, ha avuto luogo nella Salle des pas perdus del Palazzo della Corte. Resteràsicuramente negli annali, invece, perché quel medesimo 7 ottobre, a Varsavia, a 1208 chilometri dal plateau de Kirchberg, si è tenuta, alle 10:00 del mattino, dopo numerosi rinvii, l’udienza del  Trybunał Konstytucyjny (TC), in cui è stata data lettura del dispositivo dell’attesa sentenza nella causa K 3/21, concernente la valutazione della conformità di talune disposizioni del Trattato sull’Unione europea (TUE) come interpretate dalla Corte di giustizia europea con la Costituzione polacca. A questa decisione, subito denominata, con molta precipitazione ed altrettanta imprecisione, “Polexit giudiziaria”, ovviamente evocativa della Brexit avvenuta il 1° febbraio 2020, è dedicato il presente contributo… (segue)



Execution time: 29 ms - Your address is 54.80.173.217
Software Tour Operator