Log in or Create account

FOCUS - Osservatorio di Diritto sanitario

 Corte Costituzionale, Sentenza n. 185/2018, Terzo settore: il 'volontariato' non costituisce una materia a sé stante

Terzo settore: il “volontariato” non costituisce una materia a sé stante.

 

Corte cost., sent. 12 ottobre 2018, n. 185

 

Pres. Lattanzi, Est. Amato – Regione Lombardia (Avv.ti Ezio Zanon e Andrea Manzi) e Regione Veneto (Avv.ti Piera Pujatti e Andrea Manzi) c. Presidente del Consiglio (Avvocatura dello Stato).

 

Codice del terzo settore – inesistenza della materia “volontariato” ai sensi dell’art. 117 Cost. – riconduzione delle diverse attività di volontariato a una pluralità di ambiti materiali – organo nazionale di controllo sui centri di servizi al volontariato – fondazione di diritto civile – insussistenza di un governo pubblico del terzo settore – materia “ordinamento civile”.

 

Non sono fondate le censure rivolte agli artt. 64 e 65 del d. lgs. n. 117 del 2017 (c.d. codice del terzo settore), che regolano l’organismo nazionale e gli organismi territoriali di controllo sui Centri di servizio sul volontariato, per ritenuta violazione degli artt. 117, commi 3 e 4, 118, 119 e 120 Cost. e del principio di leale collaborazione.

Il “volontariato” non costituisce un ambito materiale autonomo ai sensi del riparto di competenze tra Stato e Regione, sicché le attività disciplinate dal codice del terzo settore possono ricadere in diversi ambiti materiali. Nel caso di specie, la disciplina dell’ONC, inteso quale ente competente per lo svolgimento delle funzioni d’indirizzo, controllo e vigilanza sui CSV, va ascritta alla materia di competenza esclusiva statale “ordinamento civile”, in quanto l’ONC è una fondazione con personalità giuridica di diritto privato, che non determina una forma di governo pubblico del terzo settore, ma si limita alla regolamentazione di assetti che concernono i rapporti tra soggetti di diritto privato, in attuazione del principio di sussidiarietà di cui all’art. 118, quarto comma, Cost.; principio che si realizza anche attraverso la collocazione di funzioni di vigilanza e di controllo entro la trama dei rapporti interprivati.

P.I.D.



Execution time: 26 ms - Your address is 3.90.12.112