Log in or Create account

NUMERO 8 - 01/04/2020

 La giurisdizione concorrente della Corte dei conti sulle azioni di responsabilità nelle società partecipate

Abstract [It]: La quaestio dell’individuazione dei criteri di riparto fra la giurisdizione ordinaria e quella contabile costituisce aspetto che involge trasversalmente sia il settore pubblicistico-amministrativistico sia quello privatistico-commercialistico. Perciò, essa è stata oggetto di un costante sforzo ermeneutico normativo, dottrinale e giurisprudenziale, nel tentativo di armonizzare, alla luce di un canone di ragionevolezza, i profili controversi emersi. Tale excursus ha determinato criticità nonché profondi mutamenti sul tema che, lungi dal costituire un assunto saldo nell’attuale panorama dottrinale e giurisprudenziale, pare ancora caratterizzato da contrasti. Il presente contributo, nel tentativo di offrire una sintetica ricostruzione del copioso dibattito, si sofferma funditus sulla natura giuridica delle società a partecipazione pubblica, incentrandosi specialmente sulle società in house, sul danno “sociale” erariale e sui profili di responsabilità ex art. 2497 c.c. che attualmente costituisce il nodo problematico da risolvere, mediante un’analisi tecnico-giuridica integrata, interdisciplinare. La soluzione prospettata dall’Autore è quella di sostenere, alla luce della recente giurisprudenza in funzione nomofilattica, “la cohabitation tra le giurisdizioni”, ossia la possibilità del concorso fra la giurisdizione ordinaria e quella contabile, tramite la coesistenza di due forme di responsabilità concorrenti e settoriali, quella “civilistica di diritto comune” e quella “pubblicistica erariale”, ancorandosi, in primis, all’interpretazione letterale e sistematica del recente dato normativo, in particolare dell’art. 12 del Testo Unico sulle società a partecipazione pubblica.

 

Abstract [En]: The question of identifying the distribution criteria between ordinary and accounting jurisdiction constitutes an aspect that transversely involves both the public-administrative sector and the private-commercial sector. Therefore, it has been subject to constant normative, doctrinal and jurisprudential hermeneutic efforts, in an attempt to harmonize, in the light of a canon of reasonableness, the controversial profiles that emerged. This excursus has determined critical issues as well as profound changes on the theme which, far from constituting a firm assumption in the current doctrinal and jurisprudential panorama, still seems to be characterized by contrasts. The present contribution,  in an attempt to offer a concise reconstruction of the copious debate, focuses funditus on the legal nature of publicly-owned companies, focusing especially on in-house companies, on “social” tax damage and on liability profiles pursuant to art. 2497 of the Italian Civil Code which currently constitutes the problematic node to be solved, through an integrated, interdisciplinary technical-legal analysis. The solution proposed by the Author is to support, in the light of recent jurisprudence in nomofilactic function, “cohabitation between jurisdictions”, that is the possibility of the competition between ordinary and accounting jurisdiction, through the coexistence of two forms of competing and sectorial responsibilities, the “civil law of common law” and the “tax publicity”, anchoring, first of all, to the literal and systematic interpretation of the recent normative data, in particular of art. 12 of the Consolidated Law on publicly held companies.

 

Sommario: 1. Premessa. – 2. La possibilità del concorso fra la giurisdizione ordinaria e quella contabile. – 3. Giurisdizione, società in house providing e profili di responsabilità ex art. 2497 c.c.. – 4. La coesistenza di due forme di responsabilità concorrenti e settoriali: quella “civilistica di diritto comune” e quella “pubblicistica erariale”.



Execution time: 158 ms - Your address is 3.237.178.91
Software Tour Operator