Log in or Create account

FOCUS - Osservatorio Emergenza Covid-19 N. 1 - 13/03/2020

 I poteri necessitati al tempo della pandemia

I provvedimenti necessitati sono quelli “che hanno per presupposto un volgere di avvenimenti tale da potere far oggettivamente ritenere che un interesse pubblico sia esposto ad un pericolo di compromissione irreparabile per cui l’urgenza del provvedere raggiunge tale altezza da divenire necessità”. E se la “necessità” in ogni settore del diritto, civile, penale, processuale, pubblico, assume rilievo, in quest’ultimo si riconduce tradizionalmente alla esigenza di “prevalenza degli interessi dello Stato su quelli individuali”. Già agli inizi del XX secolo Oreste Ranelletti sottolineava come imprescindibili esigenze di conservazione dello Stato autorizzano il Governo ad adottare provvedimenti non previsti dall’ordinamento. E sul fondamento Santi Romano evidenziava che la necessità diventa essa stessa fonte del diritto. La dottrina contemporanea osserva che le situazioni di emergenza non possono essere disciplinate attraverso le norme sulla produzione stante che la necessità ed urgenza richiedono l’adozione di fonti extra ordinem e, mancando nella Costituzione una esplicita disciplina, considera nei principi primum vivere salus rei publicae, che poggiano anzitutto nella unità ed indivisibilità della Repubblica, un immanente fondamento costituzionale. Ma si è anche evidenziato che “l’ordinamento mostra con tutta evidenza che le sue principali nervature, progressivamente portate alla luce man mano che la crisi si acuisce, sono costituite dai doveri e dalle responsabilità”... (segue)



Execution time: 22 ms - Your address is 34.201.3.10
Software Tour Operator