Log in or Create account

NUMERO 3 - 27/01/2021

 La questione prioritaria di costituzionalità: presupposti e limiti

Abstract [It]: La Corte costituzionale, a partire dalla sentenza n. 269 del 2017, ha affermato che, quando una disposizione interna viola un diritto fondamentale protetto sia dalla Costituzione sia dalla Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea (CDFUE), il giudice comune è tenuto a sollevare in via prioritaria la questione di legittimità costituzionale, pur restando libero di effettuare un rinvio pregiudiziale ai sensi dell’art. 267 del TFUE.  Questa giurisprudenza non chiarisce quando il giudice debba sollevare la questione di legittimità costituzionale e quando invece possa utilizzare il rinvio ex art. 267 TFUE, né se il giudice possa sollevare la questione di costituzionalità anche quando la norma interna appare in contrasto con una norma della CDFUE (o con una norma di diritto derivato, attuativa della CDFUE) produttiva di effetti diretti. La Corte costituzionale non ha inoltre fornito indicazioni sullo standard di tutela applicabile nel caso di concorrenza tra sistemi di protezione dei diritti fondamentali. Il presente articolo cerca di rispondere ai suddetti interrogativi, attraverso un’analisi della giurisprudenza della Corte di giustizia e della Corte costituzionale.

 

Abstract [En]: The Italian Constitutional Court (ICC), starting from ruling no. 269 of 2017, has stated that, when a national law violates a fundamental right protected at the same time by the Constitution and by the Charter of Fundamental Rights of the European Union (CFRUE), the national judge is required to submit a priority question on constitutionality, without prejudice of the right to make a reference to the Court of Justice for a preliminary ruling, which is conferred on every national court or tribunal by Article 267 TFEU. This jurisprudence does not clarify which are the cases when the judge must refer to the ICC and the cases in which he must instead refer to the ECJ, nor if a referral to the ICC would be possible should the national provision conflict with a rule of the CFRUE which produces direct effects. Furthermore, the Constitutional Court has not clarified which is the standard of protection applicable, when the protection granted by the national Constitution overlaps with the protection granted by the CFRUE. This article tries to answer the aforementioned questions, through an analysis of the case law of the ECJ and of the ICC.

 

Sommario: 1. Premessa. 2. Problemi aperti. 3. La concorrenza tra standard di tutela dei diritti fondamentali: i criteri della Corte di giustizia. 4. (Segue): la giurisprudenza costituzionale. 5. Doppia pregiudizialità e tutela dei diritti. 6. Considerazioni conclusive.



Execution time: 39 ms - Your address is 34.231.243.21
Software Tour Operator