Log in or Create account

FOCUS - Osservatorio Trasparenza

 Sicilia - Consiglio Giustizia Amministrativa, Sentenza n. 154/2022, Sussiste la giurisdizione amministrativa su un ricorso avverso il diniego di accesso ai documenti opposto dalla Commissione parlamentare di inchiesta e vigilanza presso l'ARS su mafia e corruzione

Est. Roberto Caponigro - Pres. Rosanna de Nictolis - Assemblea Regionale Siciliana contro -OMISSIS-

Giurisdizione – Giudice amministrativo – Accesso agli atti – Commissione parlamentare di inchiesta – Difetto assoluto di giurisdizione – Giudice naturale dell’esercizio della funzione pubblica.

  

La sentenza ha affermato la giurisdizione amministrativa su un ricorso avverso il diniego di accesso ai documenti opposto dalla Commissione parlamentare di inchiesta e vigilanza presso l’Assemblea Regionale Siciliana sul fenomeno della mafia e della corruzione in Sicilia.

Nel caso di specie, per quel che qui rileva, il TAR aveva ordinato all’Assemblea Regionale Siciliana l’integrale esibizione della documentazione richiesta. Tuttavia, essa proponeva appello eccependo il difetto assoluto di giurisdizione stante l’insindacabilità dell’attività svolta dalla Commissione Parlamentare Antimafia.

Il CGARS ha respinto l’eccezione mettendo in luce il fatto che il giudice amministrativo, in sede di giurisdizione generale di legittimità è il giudice naturale dell’esercizio della funzione pubblica.

In particolare, ha richiamato l’art. 7, comma 1, ultima parte, c.p.a., il quale dispone che non sono impugnabili gli atti o provvedimenti emanati dal Governo nell'esercizio del potere politico. A sostegno della sua tesi, il Consiglio ha posto in evidenza il fatto che il parziale diniego opposto dalla Commissione parlamentare all’istanza di accesso costituisce esercizio di attività amministrativa e non può configurare esercizio di potere politico, non essendovi presupposti, nemmeno rinvenibili in diverse fonti normative, che potrebbero determinarne la non assoggettabilità al vaglio giurisdizionale, per escludere la sua sindacabilità dinanzi al giudice amministrativo. 
Inoltre, ha rilevato che all’Assemblea Regionale Siciliana non spettano poteri di autodichia, le cui previsioni derogatorie rispetto alla giurisdizione comune, in quanto eccezionali, sono insuscettibili di estensione analogica (così CGARS, sentenza n. 1032 del 7 dicembre 2021).
In definitiva, la posizione giuridica soggettiva di cui è chiesta la tutela rimarrebbe ingiustamente priva di tutela giurisdizionale.



Execution time: 62 ms - Your address is 3.238.72.180
Software Tour Operator