Log in or Create account

NUMERO 24 - 21/09/2022

 Diritto ambientale e conoscenze scientifiche tra valutazione del rischio e principio di precauzione

Abstract [It]: L’Autore muove dalla premessa secondo cui nella materia della tutela dell’ambiente scienza e politica costituiscono un binomio inscindibile, con l’effetto di far sì che la produzione pubblica del diritto dell’ambiente consista quasi sempre in un’attività di “normazione tecnica”, ossia nella produzione di regole giuridiche elaborate sulla base o in funzione di presupposti e di dati conoscitivi di natura “tecnico-scientifica” ma, al tempo stesso, su opzioni valutative inevitabilmente rimesse alla responsabilità della politica perché frutto della ponderazione di molteplici interessi potenzialmente confliggenti. Da questo punto di vista il principio di precauzione, con i suoi contenuti tipici e i suoi corollari applicativi soprattutto di natura procedimentale, può costituire un vero e proprio “paradigma” del diritto dell’ambiente. Su queste basi il contributo si sofferma sulla necessità di “governare” la complessità delle relazioni tra scienza e politica secondo un preciso ordine giuridico formale, mediante la regolazione strutturata e vincolante dei procedimenti di produzione normativa in campo ambientale.

 

Title: Environmental law and scientific knowledge between risk assessment and the precautionary principle

Abstract [En]: The author starts from the assumption that science and politics constitute an inseparable pair in environmental protection field, so that the public production of environmental law consists mostly of a “technical regulation” matter; that is, legal rules are developed on the basis or according to assumptions and cognitive data of a “technical-scientific” nature, but, at the same time, on evaluation options inevitably left to the responsibility of politics because the result of the weighting of multiple potentially conflicting interests. From this point of view, the precautionary principle, with its typical contents and its application corollaries, especially of a procedural nature, can constitute a real "paradigm" of environmental law. On this basis, the essay focuses on the need to “govern” the complexity of the relationships between science and politics according to a precise formal legal order, through the structured and binding regulation of environmental production procedures.

 

Parole chiave: Diritto ambientale; Normazione tecnica; Principio di precauzione; Scienza; Politica

Keywords: Environmental law; Technical regulation; Precautionary principle; Science; Politics

 

Sommario: 1. L’inscindibilità del binomio “scienza/politica” in materia ambientale come acquisizione consolidata degli ordinamenti giuridici più evoluti. 2. Dalle politiche alle norme giuridiche: la necessità e la pervasività della “normazione tecnica” in campo ambientale. 3. Il principio di precauzione come paradigma fondamentale del diritto dell’ambiente. 3.1. I fondamenti pregiuridici e l’idea di precauzione. 3.2. La precauzione come “principio giuridico”. 3.3. La decisione pubblica applicativa del principio di precauzione e gli elementi tipici e indefettibili del procedimento per la sua adozione. 3.4. La “priorità” della funzione normativa nell’attuazione del principio di precauzione e i contenuti peculiari della “normazione precauzionale”. 4. La “normazione tecnica” come luogo privilegiato delle relazioni tra scienza e politica in materia ambientale e l’esigenza di “governare” la complessità di tali relazioni secondo un preciso ordine giuridico formale. 5. Alcune variabili che costituiscono altrettanti moltiplicatori esponenziali della complessità ai fini del “governo/regolazione” dei rapporti tra scienza e politica nella “normazione tecnica” ambientale. 6. La priorità logica e l’urgenza sempre più avvertita di una “metanormazione” ambientale, caratterizzata dalla natura vincolante e da alcuni contenuti tipici ed essenziali.



Execution time: 102 ms - Your address is 3.238.199.4
Software Tour Operator