Log in or Create account

NUMERO 27 - 19/10/2022

 L’attribuzione del cognome ai figli: una disputa durata più di trent’anni

Abstract [It]: Nel corso degli ultimi trent’anni, le modalità di trasmissione del cognome ai figli sono state oggetto di numerose pronunce della Corte costituzionale, che su questo tema ha svolto un importante ruolo di supplenza rispetto all’inerzia del legislatore. La sentenza n. 131/2022, dove è stata dichiarata l’incostituzionalità dell’attribuzione automatica ai figli del cognome paterno anziché di quello di entrambi i genitori, rappresenta (forse) l’ultimo capitolo del tortuoso percorso di adeguamento della disciplina del cognome alla parità di genere e alla tutela dell’identità personale.

 

Title: The attribution of surnames to children: a dispute lasting more than thirty years

Abstract [En]: Over the last thirty years, the practices of surname transmission to children have been the object of numerous rulings by the Italian Constitutional Court, which has played an important substitute role in the face of inertia on the part of the legislative power. Judgment No. 131/2022, in which the automatic assignment of father’s surname to children instead of both of their parents’ last names was deemed unconstitutional, represents (perhaps) the last chapter in the tortuous path of adapting the system of surname transmission to gender equality and the protection of personal identity.

 

Parole chiave: cognome dei figli; giustizia costituzionale; parità di genere; discriminazione di genere; identità personale

Keywords: children’s surname; constitutional justice; gender equality; gender discrimination; personal identity

 

Sommario: 1. Un breve excursus sulle pronunce costituzionali in tema di cognome dei figli. 2. La svolta decisiva con l’ordinanza n. 18/2021. 3. La sentenza n. 131/2022: è davvero l’ultimo capitolo? 4. Alcune considerazioni conclusive.



Execution time: 80 ms - Your address is 44.200.169.3
Software Tour Operator