Log in or Create account

FOCUS - Osservatorio Emergenza Covid-19 N. 1 - 13/03/2020

 La scuola: dal passato al futuro, attraverso il ponte sospeso dell'emergenza (COVID- 19)

La sospensione dell’attività scolastica, disposta sul territorio nazionale, non ha portato con sé la sospensione dell’attività di istruzione erogata in tutti i cicli scolastici, a partire dalla scuola dell’infanzia. È stata prevista la continuazione dell’insegnamento, mediante lezioni a distanza, ad orario ridotto rispetto al tempo scuola, in modo tale da portare a termine l’anno scolastico in corso e permettere agli alunni di accedere alla classe successiva o al ciclo successivo di istruzione o comunque acquisire il titolo per l’accesso al lavoro o all’istruzione superiore. Per i servizi educativi della prima infanzia (di cui all’art. 2 del dlgs .65/17) la sospensione dell’attività in presenza ha determinato contestualmente anche l’interruzione del servizio, scelta che costituisce un passo indietro rispetto alla riflessione giuridica ed alla normativa vigente. Infatti, seppure sia vero che i servizi per la prima infanzia nacquero con funzione sociale per il sostegno alle famiglie, la Corte costituzionale ha affermato che il servizio fornito dall'asilo nido “comprende anche finalità formative, essendo rivolto a favorire l'espressione delle potenzialità cognitive, affettive e relazionali del bambino di età inferiore ai tre anni”. Sotto altro profilo, l’interruzione del servizio rinnega il processo di integrazione dei servizi educativi per l’infanzia (zero/tre anni) e le scuole dell’infanzia (tre/sei anni) avviato con la l. n .107/05 e definito dal dlgs. 65 del 2017. Di conseguenza, l’eventuale offerta di attività a distanza per i bambini in età prescolare è stata lasciata alla capacità e sensibilità degli enti locali creando così  una forte disparità sul territorio nazionale… (segue)



Execution time: 39 ms - Your address is 34.200.222.93
Software Tour Operator