Log in or Create account

NUMERO 16 - 27/05/2020

 Poteri speciali e regolazione economica tra interesse nazionale e crisi dell'UE

Abstract [It]: La prospettiva della concorrenza globale non trova corrispondenza in una regolazione globale dell’economia. In tale scenario, nelle situazioni di crisi socioeconomiche e politiche, come quella legata al coronavirus, riemerge l’importanza dello Stato e della sovranità nazionale, che si manifesta con il crescente ricorso a strumenti di difesa dell’interesse nazionale, quali il golden power e il controllo degli investimenti esteri diretti. Allo stesso tempo, la pandemia COVID-19 e le incertezze interpretative relative al principio di solidarietà tra Stati membri hanno messo in discussione il processo d’integrazione dell’Unione europea, forse in modo irreversibile.

 

Abstract [En]: The global competition perspective is not reflected in a global economy regulation. In such a scenario, in political and socioeconomic crisis situations, like the one related to the coronavirus, the important role of the State and national sovereignty resurfaces, and it is shown by the growing recourse to national interests’ defence measures, among which golden power and screening of foreign direct investments can be included. In the same time, the pandemic COVID-19 as well as the interpretative uncertainties related to the principle of solidarity between Member States call into question – probably in an irreversible manner – the process of EU integration.     

 

Sommario: 1. Concorrenza globale, deregulation e poteri speciali. 2. Poteri speciali e intervento pubblico nell’economia. 3. I settori e le attività di rilevanza strategica. 4. Interesse nazionale, sicurezza e salvaguardia della salus rei publicae. 5. Recenti iniziative in materia di poteri speciali. Il controllo degli investimenti esteri diretti. 6. Riflessioni conclusive alla luce della crisi politica (irreversibile?) dell’Unione europea.



Execution time: 203 ms - Your address is 3.236.126.69
Software Tour Operator