Log in or Create account

NUMERO 11 - 21/04/2021

 Un'occasione per superare 'l’anche' nell'attribuzione del cognome

Abstract [It]: Il presente lavoro si propone di esaminare i profili più rilevanti ed innovativi dell’ordinanza n. 18 dello scorso 11 febbraio in cui la Corte Costituzionale è tornata sul complesso tema del cognome materno rispetto alla questione di legittimità costituzionale dell’art. 262 comma 1 del codice civile, nella parte in cui, in mancanza di diverso accordo dei genitori, impone l’acquisizione alla nascita del cognome paterno, anziché dei cognomi di entrambi i genitori e quindi non consente ai genitori di trasmettere al figlio, al momento della nascita, il solo cognome materno.

 

Abstract [En]: The paper aims to examine the most relevant and innovative aspects of the decision no. 18 of 11 February in which the Italian Constitutional Court returned to the complex issue of the maternal surname with respect to the question of the constitutional legitimacy of art. 262, 1 of the civil code, in the part in which, in the absence of a different agreement of the parents, it requires the acquisition at birth of the paternal surname, instead of the surnames of both parents and therefore does not allow parents to transmit to the child, at the moment of the birth, the only maternal surname.

 

Parole chiave: cognome, filiazione, famiglia, discriminazione

Keywords: surname, filiation, family, discrimination

 

Sommario: 1. Inquadramento del tema. 2. La questione sottoposta all’attenzione della Corte nel solco della sentenza n. 286/2016 3. La disciplina del cognome: spunti critici di riflessione di fronte ad un vuoto normativo sempre più evidente 4. I profili di illegittimità costituzionale emersi dall’ordinanza n. 18/2021 5. Il ruolo del consenso e della volontà nella scelta unitaria dei genitori di attribuire al figlio il solo cognome materno.



Execution time: 74 ms - Your address is 3.235.179.79
Software Tour Operator