Log in or Create account

NUMERO 18 - 28/07/2021

 Disapplicazione per difformità dal diritto UE

Abstract [It]: Prendendo spunto da un recente orientamento giurisdizionale riguardante la proroga legislativa delle concessioni demaniali marittime, il saggio si propone di riflettere sulle Direttive UE dotate di effetti diretti e sulle conseguenze che esse provocano nell’ordinamento dello Stato membro, segnatamente per quel che riguarda il novero dei soggetti su cui grava il dovere di non applicare la disciplina nazionale contrastante con quella europea.

 

Abstract [En]: Taking its cue from a recent jurisdictional orientation concerning the legislative extension of state-owned maritime concessions, the essay proposes to reflect on the EU Directives with direct effects and on the consequences that they cause in the Member State’s legal system, particularly with regard to the group of subjects who have the duty not to apply the national discipline contrasting with the European one.

 

Parole chiave: concessioni demaniali; Direttiva ad effetti diretti; disapplicazione; legittimo affidamento; discrezionalità giurisdizionale

Keywords: state-owned maritime concessions; EU Directive with direct effects; disapplication; legitimate expectation; judicial discretion

 

Sommario: 1. Premessa. 2. Discutendo alla luce di un recente orientamento giurisprudenziale: sul potere di disapplicazione. 3. Segue: sulla natura e sugli effetti delle sentenze della Corte di Giustizia. 4. Segue: sulle Direttive non recepite e sui relativi effetti diretti. 5. Segue: sulla natura della Direttiva Bolkestein. 6. Legittimo affidamento o interesse di categoria? 7. Il deferimento d’ufficio all’Adunanza plenaria. 8. Qualche osservazione conclusiva sul protagonismo del G.A.



NUMERO 18 - ALTRI ARTICOLI

Execution time: 41 ms - Your address is 3.236.13.53
Software Tour Operator