Log in or Create account

FOCUS - Conferenza sul futuro dell’Europa e riforme istituzionali

 Per un nuovo modello di rappresentanza nel Parlamento europeo: dall’uniformazione delle regole elettorali alla ridefinizione del ruolo dei partiti europei

Abstract [It]: Lo scritto ripercorre criticamente l’evoluzione delle regole europee alla base dell’elezione diretta dell’organo assembleare comunitario, evidenziandone i limiti tutt’ora esistenti ai fini di una legittimazione in chiave genuinamente europea del Parlamento di Strasburgo, necessaria per creare una vera “rappresentanza europea”. In questa prospettiva, oltre ad auspicare la maggiore uniformazione delle regole per il voto europeo dei diversi Stati membri e a valutare l’opportunità di istituire uno o più circoscrizioni transnazionali, si sottolinea la necessità di ripensare – innanzitutto – le modalità di distribuzione dei seggi fra i Paesi e – soprattutto – il ruolo di partiti europei.

 

Title: Towards a new model of representation in the European Parliament: from the uniformity of electoral rules to the redefinition of the role of European parties

Abstract [En]: The paper critically traces the evolution of the European rules that underlie the direct election of the Assembly of the European Communities, highlighting the limits still existing for a genuinely European legitimation of the Strasbourg Parliament, necessary to create a real “European representation”. In this perspective, the paper hopes for greater uniformity of the rules of the various Member States for the European vote and assesses the advisability of establishing one or more transnational constituencies; moreover, it emphasizes the need to rethink – first of all – the methods of distributing seats among the Countries and – above all – the role of European parties.

 

Parole chiave: Parlamento europeo; Atto del 20 settembre 1976; legge elettorale europea; rappresentanza europea; Partiti europei

Keywords: European Parliament; Act of 20 September 1976; European electoral law; European representation; European parties

 

Sommario: 1. L’introduzione dell’elezione diretta dell’organo assembleare comunitario. 2. L’Atto del 1976 e i primi infruttuosi tentativi di uniformazione della legislazione elettorale europea. 3. Dalla previsione dei “principi comuni” con il Trattato di Amsterdam alla scelta proporzionalistica con la decisione 2002/772/CE, Euratom. 4. Il criterio della proporzionalità degressiva e le altre nuove regole sulla assegnazione dei seggi fra gli Stati a seguito dell’adozione del Trattato di Lisbona. 5. L’integrazione dei principi comuni nella coraggiosa proposta parlamentare del 2015… 6. …e nella meno coraggiosa decisione 2018/994/UE. 7. Il necessario ripensamento delle modalità di distribuzione dei seggi fra i Paesi per superare la frammentazione del sistema d’elezione dei parlamentari europei. 8. La possibile istituzione di una circoscrizione transnazionale e l’occasione perduta con la “Brexit”. 9. Le incongruenze nella disciplina dei partiti politici europei e il loro indispensabile maggiore coinvolgimento nelle elezioni europee.



Execution time: 13 ms - Your address is 18.207.133.27
Software Tour Operator