Log in or Create account

NUMERO 11 - 29/05/2013

 Stati Uniti - Inchiesta del Senato USA: il caso Apple e il potere di inchiesta del Congresso

Ieri 21 maggio 2013 sono stati auditi dalla Sottocommissione d’inchiesta permanente del Senato americano (Permanent Subcommittee on Investigations - PSILa PSI prosegue– con il sostegno bipartisan di Democratici e Repubblicani – l’inchiesta relativa ad accertare l’esistenza di un meccanismo impiegato dalle corporations multinazionali, in particolare Apple, per trasferire capitali all’estero, in maniera tale da sottrarre tali capitali al sistema di imposizione fiscale statunitense, le cui regole sono codificate all’interno del cd. Internal Revenue Code (26 U.S.C.). Già nel settembre 2012 la PSI aveva condotto un’analoga inchiesta con riferimento ai proventi di Microsoft e Hewlett-Packard. In particolare pare che Apple abbia creato una rete di società di off-shore (alcune delle quali in Irlanda) per eludere il pagamento di quasi 75 miliardi di tasse negli USA... (segue)) i vertici della multinazionale Apple, a partire dal Ceo Tim Cook. Le ragioni governative sono state, invece, rappresentate in primis da Mark Mazur, vice ministro per il tesoro con delega alle politiche fiscali e da Samuel Maruca, responsabile del settore internazionale dell’ Internal revenue service, l’agenzia governativa per la riscossione fiscale.



Execution time: 42 ms - Your address is 3.235.172.123
Software Tour Operator