Log in or Create account

FOCUS - Human Rights N. 35 - 28/12/2020

 Osservazioni sulla diffamazione a mezzo stampa 'congelata' e le istanze di proporzionalità multilivello

Abstract [It]: Dopo l’ordinanza n. 132/2020 e in attesa che il legislatore svolga la sua funzione, si scorgono alcuni spunti di riflessione sull’individuazione dei criteri e dei principi che dovrebbero ispirare la futura disciplina sanzionatoria dei reati di diffamazione. A prescindere dalla natura che tale disciplina potrebbe avere, l’importante è che risulti calibrata sul «bilanciamento» degli interessi in gioco, alla stregua di un fondamentale principio di proporzionalità evincibile sia dall’ordinamento interno (penale, in particolare) che dalla giurisprudenza della Corte EDU.

 

Abstract [En]: After ordinance n. 132/2020 and while waiting for the legislator to carry out its function, we can see some ideas for reflection on the identification of criteria and principles that should inspire the future sanctioning of defamation crimes. Regardless of the nature of this discipline, the important thing is that it is calibrated on the «balancing» of the interests at stake, based on a fundamental principle of proportionality that can be deduced from the national legal system (criminal, in particular) and from the case-law of the ECHR.

 

Sommario: 1. La devoluzione della quaestio al Parlamento. 2. Un primo richiamo alla proporzionalità. 3. La proporzione di matrice penalistica: cenni. 4. L’art. 10 Cedu, la libertà di espressione e la (eccessiva) pena detentiva per i reati di diffamazione. 5.  Aspettando fiduciosi…



Execution time: 28 ms - Your address is 35.172.203.87
Software Tour Operator