Log in or Create account

FOCUS - Human Rights

 L’omicidio del consenziente come norma a contenuto costituzionalmente vincolato o a contenuto necessario/obbligatorio? Brevi note alla sent. n. 50 del 2022

Abstract [It]: l’obiettivo del saggio è riportare a chiarezza la distinzione tra leggi “a contenuto costituzionalmente vincolato” e leggi “a contenuto costituzionalmente necessario/obbligatorio”: il punto di partenza della riflessione è la recente pronuncia della Corte costituzionale n. 50 del 2022, che ha dichiarato l’inammissibilità del referendum abrogativo avente ad oggetto l’art. 579 cp.

 

Title: Murder of the consenting party as a constitutionally binding or necessary/obligatory content rule? Notes on Judgment No. 50 of 2022

Abstract [En]: the aim of this essay is to discover the difference between “leggi a contenuto costituzionalmente necessario” and “leggi a contenuto necessario/obbligatorio”. The starting point is the decision n. 50 del 2022 of the italian Constitutional Court. This judgment has declared inadmissible the abrogative referendum on 579 cp. (murder of the consenting party).

 

Parole chiave: contenuto necessario, contenuto vincolato, contenuto obbligatorio, tutela minima, vita umana, referendum abrogativo

Keywords: necessary content, mandatory content, minimum protection, human life, abrogative referendum

 

Sommario: 1. Premessa. 2. Le radici della distinzione. 3. La “tutela minima” come “contenuto costituzionalmente vincolato”. 4. (Segue): … e come “contenuto costituzionalmente necessario”. 5. I profili problematici delle leggi a contenuto costituzionalmente vincolato. 6. Una riformulazione tassonomica. 7. Il quesito referendario e la decisione di inammissibilità. 8. L’art. 579 cp come norma a contenuto costituzionalmente vincolato.



Execution time: 40 ms - Your address is 3.215.79.204
Software Tour Operator