Log in or Create account

FOCUS - Sofferenze e insofferenze della Giustizia costituzionale N. 15 - 18/05/2020

 'Uscire dal Palazzo della Consulta': ma a che scopo? E in che modo? La “rivoluzione comunicativa” della Corte nell'attuale fase della giustizia costituzionale

Abstract [It]: Il lavoro propone un’analisi critica dell’attività di comunicazione verso l’esterno (e, più precisamente, con l’“opinione pubblica”) della Corte Costituzionale, con particolare riferimento alle tendenze più recenti. Muovendo dal riscontro dei cambiamenti e delle tensioni che sta attraversando in generale la giustizia costituzionale in Italia, lo scritto esamina le diverse manifestazioni della “rivoluzione comunicativa” realizzata dalla Corte negli ultimi due anni e le relative motivazioni date dalla Corte stessa, per poi metterne in luce gli aspetti positivi e negativi dal punto di vista della posizione e legittimazione di quest’organo nel sistema costituzionale.       

 

Abstract [En]: The paper proposes a critical analysis of the external communication activity (and, more precisely, with the “public opinion”) of the Constitutional Court, with particular reference to the most recent trends. Starting from the situation of changes and tensions that constitutional justice in Italy is going through in general, the paper examines the various manifestations of the “communicative revolution” carried out by the Court in the last two years and the related reasons given by the Court itself. Then it highlights their positive and negative aspects from the point of view of the position and legitimacy of the Constitutional Court in the constitutional system.

 

Sommario: 1. La “rivoluzione comunicativa” della Corte in una fase complessa della giustizia costituzionale in Italia. - 2. Le iniziative realizzate dalla Corte Costituzionale per comunicare con l’opinione pubblica, le loro motivazioni e modalità di attuazione. - 3. Per una valutazione critica dell’attuale “comunicazione istituzionale” della Corte: gli aspetti positivi e negativi delle iniziative intraprese. – 4. In particolare: la contraddizione ravvisabile tra l’“apertura” della Corte al di fuori del processo costituzionale e la “chiusura” agli apporti esterni nel processo stesso ed il suo recente “scioglimento” ad opera delle nuove Norme integrative. – 5. Osservazioni conclusive: la necessità di una comunicazione ponderata e “ragionevole” tra la Corte Costituzionale e i cittadini.



Execution time: 23 ms - Your address is 34.204.191.145
Software Tour Operator