Log in or Create account

FOCUS - Exit! Il recesso dai trattati multilaterali. Crisi e nuovi slanci nella cooperazione internazionale N. 17 - 01/06/2020

 Le alternative informali al recesso dalla Convenzione europea dei diritti umani: la ‘principled resistance’ e le minacce di recesso dal sistema convenzionale

Abstract [It]: Nonostante la formale assenza di recessi dal sistema della Convenzione europea dei diritti umani, si assiste ad un fenomeno di costante delegittimazione dell’autorità della Corte europea dei diritti umani da parte degli Stati membri del Consiglio d’Europa. Il contributo analizza il ricorso strumentale a minacce di recesso e la c.d. principled resistance quali possibili alternative informali all’istituto del recesso, alle quali non sembrano contrapporsi efficaci contropartite sanzionatorie o reputazionali.

Abstract [En]: Despite no formal exit of member States from the system of the European Convention on Human Rights occurred so far, criticism and backlashes towards the European Court of Human Rights by member States of the Council of Europe are widespread. The article explores the use of informal alternatives to withdrawal from international treaties, such as the threat of withdrawal or the so-called principled resistance, towards which there are no effective sanctions or reputational reactions.

Sommario: 1. Introduzione. 2. L’origine del problema: una Corte (troppo?) attiva. 3. Il recesso come (unica) possibilità codificata di abbandono degli obblighi convenzionali. 4. Le reazioni degli Stati all’attivismo della Corte EDU. 4.1. Due casi emblematici. 4.2. La c.d. ‘principled resistance’. 4.3. La minaccia di recesso come strumento di pressione. 5. Le controreazioni alle minacce di recesso e alla principled resistance. 5.1. Il self-restraint della Corte EDU e la sua formalizzazione. 5.2. L’inefficacia del meccanismo sanzionatorio. 6. Considerazioni conclusive.



Execution time: 15 ms - Your address is 3.235.22.104
Software Tour Operator