Log in or Create account

FOCUS - Il Governo. Prospettive organizzative e funzionali N. 28 - 12/10/2020

 La tendenziale indipendenza delle autorità di regolazione rispetto al Governo

Abstract [It]: L’articolo analizza il tema dell’indipendenza delle autorità di regolazione dal potere politico e, in particolare, dal Governo. Riflette sull’applicazione degli indicatori d’indipendenza, come configurati dal diritto dell’Unione europea. Esamina il delicato rapporto tra indirizzi di politica economica, recuperati dal Parlamento e dal Governo, e poteri di vigilanza sulla loro attuazione, assumendo come esempio il piano di sviluppo della c.d. banda “ultra-larga”. Ritiene insufficiente la supplenza del principio di c.d. “legalità procedimentale” per accrescere i poteri delle autorità di regolazione in difetto di precisione delle norme attributive di potere. Esamina infine l’altro polo dell’indipendenza, rappresentato dagli operatori economici, e il connesso rischio di cattura del regolatore da parte del mercato.

 

Abstract [En]: The article analyzes the issue of the independence of the Regulatory Authorities from political power, especially from the Government. It reflects on the application of the indices of independence, as configured by European Union Law. It examines the delicate relationship between economic policy guidelines, recovered from Parliament and the Government, and supervisory powers on their implementation, taking as an example the development plan of the so-called "ultra-wide" band. Deems insufficient the substitution of the so-called principle of "Procedural legality" to increase the powers of the regulatory authorities in the absence of precision of the rules conferring power. Finally, it examines the other pole of independence, represented by economic operators, and the associated risk of capture of the regulator by the market.

 

Sommario: 1. Autorità amministrative indipendenti e attività di regolazione. 2. Indipendenza “almeno tendenziale” dal potere politico e recupero parlamentare degli “indirizzi generali di politica economica”. 3. Gli indicatori dell’indipendenza: nomina e revoca dei componenti. 4. Gli indicatori dell’indipendenza: autonomia finanziaria e contabile. 5. La delega inattuata della c.d. “Riforma Madia”. 6. La regolazione tra indirizzo politico e mercato: lo sviluppo della c.d. “banda ultra-larga”. 7. Le autorità di regolazione: Arera e Art. 8. L’altro riferimento dell’indipendenza: i poteri economici privati. Il rischio di cattura del regolatore.



Execution time: 16 ms - Your address is 18.234.97.53
Software Tour Operator