Log in or Create account

FOCUS - Sofferenze e insofferenze della Giustizia costituzionale N. 15 - 18/05/2020

 Dalle rime obbligate al dispositivo 'cedevole'. Brevi note sugli ultimi approdi del sindacato costituzionale sulla proporzionalità delle sanzioni penali

Abstract [It]: Il contributo indaga il tema del controllo di legittimità costituzionale delle sanzioni penali alla luce delle recenti pronunce con le quali la Corte costituzionale è giunta a correggere l’intrinseca sproporzione della sanzione penale, a prescindere dall’individuazione di una norma avente identica struttura e ratio, idonea a essere assunta come tertium comparationis. L’analisi si concentra, in particolare, sul rapporto tra tale modulo decisorio e la discrezionalità legislativa, nonché sull’influenza esercitata, in questo ambito, dalla giurisprudenza delle Corti sovranazionali in materia di proporzionalità della sanzione penale.

 

Abstract [En]: The article focuses on the recent judgments in which the Constitutional Court reaffirmed its authority to strike down unconstitutional criminal provisions where they are patently unreasonable and disproportionate, de facto giving less importance to the identification of a pre-existing rule suitable to be taken as tertium comparationis. Particular attention will be paid to the relationship between this decision-making technique and legislative discretion, as well as on the influence exercised in this context by the principle of proportionality in the case law of supranational courts.

 

Sommario: 1. Perché discutere ancora del sindacato costituzionale sulla congruità delle sanzioni penali – 2. Il definitivo superamento della “soluzione costituzionale obbligata” – 3. La proporzionalità “ad ogni costo”: il contributo delle Carte sovranazionali dei diritti e il ritorno alla Costituzione



Execution time: 20 ms - Your address is 3.234.250.24
Software Tour Operator